Bando ISI INAIL 2023-2024

FINALIA’

Con una dotazione di 508 milioni di euro il Bando ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti, nonché incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

BENEFICIARI

Il Bando si rivolge ad Imprese Individuali, iscritte presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura (CCIAA) e ad Enti del terzo settore.

OBBIETTIVI

1.Miglioramento delle Condizioni di Salute e Sicurezza:
Incentivare le imprese a realizzare progetti volti al miglioramento documentato delle condizioni
di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti.
2.Sostegno alle Micro e Piccole Imprese Agricole:
Incoraggiare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei
prodotti agricoli.
3.Acquisto di Nuovi Macchinari e Attrezzature Innovativi:
Favorire l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni
innovative.
4.Riduzione delle Emissioni Inquinanti:
Promuovere soluzioni innovative per abbattere in modo significativo le emissioni inquinanti.
5.Miglioramento del Rendimento e della Sostenibilità Globali:
Incentivare progetti finalizzati al miglioramento del rendimento complessivo e alla sostenibilità
delle attività aziendali.
6.Riduzione del Livello di Rumorosità:
Contribuire alla riduzione del livello di rumorosità derivante dalle attività aziendali.
7.Minimizzazione del Rischio Infortunistico e delle Operazioni Manuali:
Sostenere iniziative volte a conseguire la riduzione del rischio infortunistico e delle operazioni
manuali, migliorando così la sicurezza complessiva.

INTERVENTI AMMISSIBILI

  • Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici – Asse di finanziamento 1;
  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1;
  • Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici – Asse di finanziamento 2;
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3;
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4;
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5.

ENTITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

Le risorse finanziarie provengono dall’Inail e sono destinate a progetti
di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

La distribuzione delle risorse avviene per regione/provincia
autonoma e in base agli assi di finanziamento. I dettagli sono specificati nell’allegato
“Isi 2023 – risorse economiche” degli Avvisi pubblici regionali/provinciali.

Finanziamento a Fondo Perduto:

  • Per gli Assi 1 (1.1 e 1.2), 2, 3, 4: 65% delle spese ammissibili.
  • Per l’Asse 5 (5.1 e 5.2): 65% per imprese agricole in generale (Sub Asse 5.1) e 80% per
    giovani agricoltori (Sub Asse 5.2).

Il finanziamento è calcolato sulle spese nette dell’IVA, che devo essere non recuperabile secondo la normativa nazionale di riferimento.

Importi del finanziamento:

1) Varia da un minimo di 5.000,00 euro a un massimo di 130.000,00 euro.

2) Per le imprese con meno di 50 dipendenti che presentano progetti per modelli organizzativi e
responsabilità sociale (Allegato 1.2), non è previsto un limite minimo di finanziamento.

SCADENZA

Il Bando è in fase di aggiornamento.