CCIAA delle Marche. BANDO INTERNAZIONALIZZAZIONE. Anno 2023. Finanziamento a fondo perduto per la partecipazione a manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali. SECONDO SEMESTRE (DAL 1° LUGLIO AL 31 DICEMBRE 2023)

Sostegno alle imprese del territorio che prenderanno parte alle manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali che si svolgeranno nel secondo semestre 2023 sia in presenza che in modalità virtuale.

Sono ammesse ai contributi le MPMI delle Marche (sono quindi escluse le Grandi imprese) che al momento della presentazione della domanda:

– risultino iscritte e attive al Registro delle Imprese;

– abbiano sede legale e unità locali entrambe nel territorio della regione Marche o, in alternativa, sede legale o unità locale, almeno una delle quali operativa, purché effettivamente vi si svolga attività produttiva con addetti nel territorio regionale;

– non siano sottoposte a fallimento, concordato fallimentare, liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria, concordato preventivo con effetti liquidatori;

– non abbiano in corso contratti di fornitura di beni-servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio delle Marche.

Le imprese possono richiedere contributo per la partecipazione alle seguenti manifestazioni fieristiche:

– le fiere in presenza svolte in un paese estero;

– le fiere internazionali in presenza che si svolgono in Italia consultabili nel calendario pubblicato nel sito https://www.regioni.it/home/calendario-manifestazioni-fieristiche-2662/ della Conferenza delle Regioni e delle province autonome: – Internazionali certificate – Internazionali non certificate – le sole fiere nazionali che abbiano le caratteristiche di internazionalità.

– le fiere in presenza che si svolgono nella regione Marche e che promuovano le eccellenze della regione Marche;

– le fiere digitali a prescindere dalla territorialità e dall’iscrizione al calendario fiere internazionali.

Spese ammissibili

Per le fiere in presenza:

1. noleggio spazi espositivi (la presentazione della fattura per tale spesa è vincolante ai fini del contributo) ed allestimento stand (progettazione stand, insegna con denominazione impresa, montaggio, allacciamenti e consumi elettrici ed idrici, pulizia dello stand, ecc.);

2. realizzazione immagini coordinate a 4 loghi per stand fisico presso il quartiere fieristico;

3. assicurazioni collegate all’esposizione in fiera;

4. iscrizione al catalogo ufficiale;

5. servizio di trasporto del materiale da allestimento ed espositivo fatturato da soggetti terzi e relativo a soli mezzi commerciali (non sono ammesse spese a carico del beneficiario per pedaggi, carburanti, parcheggi, ecc.);

6. attività di interpretariato e segreteria con personale esterno all’impresa incaricato specificamente per l’evento fieristico;

7. assistenza tecnica e partecipazione a corsi di formazione specialistica per la preparazione ai mercati internazionali;

8. partecipazione ad iniziative promozionali e di marketing a pagamento previste dal programma ufficiale della fiera (workshop, BtoB, outgoing, ecc.), comprese quelle rivolte all’incontro con buyer esteri proposte, organizzate o partecipate da ITA (Italian Trade Agency) in Italia o in Paesi esteri;

9. biglietti aerei, andata e ritorno per massimo due persone e in ogni caso collegati all’acquisto a titolo oneroso dello spazio fieristico in una paese estero.

Per le fiere digitali:

1. costi di iscrizione alla fiera e ai relativi servizi (hosting, produzione di contenuti digitali);

2. realizzazione immagini coordinate a 4 loghi per stand virtuale.

La domanda dovrà fare riferimento alle manifestazioni fieristiche tenutesi nel secondo semestre 2023 (1° luglio – 31 dicembre 2023).

Per il Bando è previsto uno stanziamento complessivo pari ad € 800.000,00.

Il contributo viene concesso in base alle seguenti tipologie di fiere:

A. Fiere in Italia:

– 60 % dei costi ammissibili e quietanzati fino ad un massimo di 4.500,00 Euro;

B. Fiere all’estero (in paesi UE):

– 60 % dei costi ammissibili e quietanzati, al netto dell’IVA fino ad un massimo di 4.500,00 Euro;

C. Fiere all’estero (in paesi EXTRA UE):

– 60 % dei costi, ammissibili e quietanzati fino ad un massimo di 5.500,00 Euro;

D. Fiere nelle Marche:

– 60 % dei costi ammissibili e quietanzati, al netto dell’IVA fino ad un massimo di 400,00 Euro;

E. Fiere DIGITALI:

– 60 % dei costi ammissibili e quietanzati, al netto dell’IVA fino ad un massimo di 1.500,00 Euro.

Le domande potranno essere inviate dalle ore 10:00 del 15.01.2024 alle ore 16:00 del 22.01.2024.

Lascia un commento