CCIAA di Firenze. Finanziamento a fondo perduto a sostegno dell’internazionalizzazione delle MPMI della città metropolitana di Firenze. Anno 2023

FINALITA’

Il bando intende rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati già serviti e nello scouting di nuovi o primi mercati di sbocco.

Il bando si propone, pertanto, di promuovere la competitività delle Micro, Piccole e Medie Imprese di tutti i settori economici attraverso il sostegno all’acquisizione di servizi per favorire l’avvio o lo sviluppo del commercio internazionale, anche attraverso un più diffuso utilizzo di strumenti innovativi, utilizzando la leva delle tecnologie digitali.

L’obiettivo è direalizzare azioni di immediato supporto alle imprese, sotto forma di contributi assegnati a copertura parziale delle spese sostenute per l’acquisizione di servizi per l’internazionalizzazione. Il disciplinare è pertanto indirizzato a sostenere il ricorso a servizi o soluzioni finalizzate ad avviare o rafforzare la presenza all’estero delle MPMI attraverso l’analisi, la progettazione, la gestione e la realizzazione di iniziative sui mercati internazionali.

BENEFICIARI

Sono ammissibili alle agevolazioni i soggetti che, alla data di presentazione della domanda, presentino i seguenti requisiti:

a) siano Micro o Piccole o Medie imprese;

b) abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze;

c) siano iscritti al Registro delle Imprese ed attivi;

d) siano in regola con il pagamento del diritto annuale;

e) risultino in regola con gli adempimenti previdenziali e assistenziali (Durc);

f) non abbiano forniture in essere con la Camera di Commercio di Firenze;

g) non si trovino in fase di liquidazione e non siano soggette alle procedure concorsuali, o alle procedure previste dal Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza;

h) abbiano legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione.

Non possono essere beneficiari dei contributi in argomento le società partecipate dalla Camera. Non possono essere beneficiari dei contributi in argomento i soggetti che partecipano a eventi/manifestazioni finanziati/e dalla Camera.

Sono escluse le imprese attive nei settori carboniero, della pesca e dell’acquicoltura.

CONTRIBUTO

Il bando intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto, i seguenti ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale:

A) Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, quali ad esempio il potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, la protezione del marchio dell’impresa all’estero, la certificazione di prodotto per l’esportazione e lo sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di digital export manager.

B) Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero, quali ad esempio la partecipazione ad incontri d’affari tra buyer internazionali e operatori nazionali, la realizzazione di campagne di marketing digitale in lingua straniera per favorire le attività di e-commerce, la partecipazione a fiere o eventi a finalità commerciale all’estero o in Italia, la realizzazione di attività ex-ante ed ex-post rispetto a quelle di promozione commerciale (analisi di mercato, ricerca clienti e partner, ecc.), test di mercato con esposizione di prodotti in showroom e altre location idonee, assistenza legale/organizzativa/contrattuale/tecnico specialistica per la finalizzazione di contratti d’affari e la partecipazione a gare europee ed internazionali.

Sono ammesse a contributo le seguenti spese, al netto dell’IVA, fatturate e pagate a partire dal 1° gennaio 2023 per:

A) Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero

1) spese per l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie per l’esportazione in paesi stranieri o a sfruttare determinati canali commerciali esteri (es. GDO);

2) spese per la protezione del marchio all’estero;

3) spese per la progettazione, predisposizione, revisione, traduzione dei contenuti di cataloghi/brochure/presentazioni aziendali in lingua straniera;

4) spese per lo sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo di un digital export manager.

B) Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero

1) spese per la locazione degli spazi espositivi, compresa anche la quota di iscrizione, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali, inserite nel Calendario 2023 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia

2) spese per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali svolte all’estero (sia in Paesi UE, sia extra Ue): realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonché l’interpretariato e il servizio di hostess), comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione).

Si precisa che per le tipologie di spesa di cui ai punti 1) e 2) della presente lettera B) la domanda di contributo potrà essere presentata anche prima dello svolgimento della manifestazione fieristica, che dovrà comunque svolgersi nell’anno 2023.

Le risorse complessivamente stanziate ammontano ad € 150.000,00.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributi a fondo perduto. Il contributo camerale sarà pari al 50% delle spese ammissibili, con un minimo di spesa di euro 500,00 (esclusa Iva) e con i seguenti massimali di contributo:

a) € 1.000,00 per ciascuna impresa richiedente, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali inserite nel Calendario 2023 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia ammesse dal bando;

b) € 1.500,00 per tutte le altre tipologie di spesa ammissibili.

Si precisa che in caso di spese inerenti sia il punto A) che il punto B) il massimale per ciascuna impresa sarà pari ad € 1.500,00

TERMINI DI PRESENTAZIONE

Le richieste di contributo dovranno essere presentate a partire dalle ore 9:00 del 29.05.2023 e fino al 31.12.2023, salvo chiusura anticipata del disciplinare per esaurimento dei fondi disponibili.

Lascia un commento