Fondazione Tim. Bando “Vivere il talento”. Finanziamento a fondo perduto in sostegno a opportunità e strumenti per la crescita e l’orientamento dei giovani.

FINALITA’

Il bando mira a incentivare la partecipazione delle associazioni, istituzioni e imprese no-profit attive nel settore della formazione e dell’orientamento, incoraggiandole a presentare proposte innovative in cui l’uso della tecnologia giochi un ruolo chiave. Queste proposte possono includere una vasta gamma di soluzioni, come piattaforme digitali per il coaching e la formazione tra pari, lo sviluppo delle competenze digitali e la creazione di comunità online direttamente connesse con le opportunità di lavoro.

SOGGETTI BENEFICIARI

Il bando è aperto alle seguenti categorie di organizzazioni no-profit che si focalizzano sull’istruzione, la formazione e la ricerca:

  1. Fondazioni;
  2. Organizzazioni non-profit iscritte all’anagrafe unica (ONLUS);
  3. Organizzazioni di volontariato registrate;
  4. Associazioni di Promozione Sociale;
  5. Associazioni riconosciute;
  6. Enti pubblici;
  7. Cooperative sociali senza scopo di lucro;
  8. Imprese sociali senza scopo di lucro;
  9. Università;
  10. Enti di ricerca;
  11. Enti religiosi.

Queste organizzazioni possono partecipare al bando presentando proposte innovative che coinvolgono l’uso della tecnologia nell’ambito dell’istruzione, della formazione e della ricerca.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI


I costi considerati ammissibili per il finanziamento includono:

  1. Investimenti in attrezzature, acquisti di immobili e/o ristrutturazione: Questo copre i costi legati all’acquisto di attrezzature necessarie per il progetto, l’acquisto di immobili pertinenti al progetto o la ristrutturazione di immobili esistenti per adattarli alle esigenze del progetto.
  2. Quota di oneri pluriennali: Questa categoria comprende gli oneri che si estendono su più anni, come ad esempio i costi per contratti di servizio a lungo termine o per programmi che si estendono su più anni.
  3. Oneri di supporto generale: Questi sono costi generali che supportano l’attuazione del progetto, come ad esempio i costi amministrativi, le spese per il personale, le utenze e altre spese operative necessarie per il funzionamento complessivo dell’organizzazione.
  4. Oneri di progettazione: Questi sono i costi relativi allo studio economico-gestionale del progetto, inclusi i costi per la pianificazione, lo sviluppo e la gestione del progetto stesso.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

L’importo massimo erogabile per ciascun progetto è di €350.000,00. Tuttavia, è importante notare che questo importo non può superare l’80% dei costi ammissibili complessivi del progetto.

SCADENZA

La scadenza per la presentazione delle proposte è il 13 maggio 2024, entro le ore 12:00.