Istituto sportivo per il credito. Bando “Mutuo Milano Cortina 2026”. Finanziamento a tasso agevolato per impianti sportivi sciistici.

FINALITA

In preparazione per Milano-Cortina 2026, è stata conclusa un’intesa con la Federazione Italiana Sport Invernali che offre mutui agevolati con un periodo massimo di rimborso di 20 anni per finanziare progetti di sviluppo e miglioramento delle stazioni sciistiche, degli impianti di risalita e dell’innovazione nell’innevamento artificiale.

SOGGETTI BENEFICIARI

Le agevolazioni sono destinate ai soggetti di natura privatistica che operano nel settore degli sport invernali, come gestori di stazioni sciistiche o impianti di risalita, e che intendono investire nella modernizzazione e nell’ottimizzazione delle proprie infrastrutture in vista degli eventi legati a Milano-Cortina 2026.

TIPOLOGIA DI INTERENTI AMMISSIBILI

Le spese per investimenti finalizzati alla ristrutturazione o all’ampliamento delle stazioni sciistiche, alla costruzione di nuovi impianti di risalita o di innevamento artificiale, così come gli interventi volti a migliorare la gestione delle infrastrutture e a potenziare l’offerta di servizi ai visitatori dei comprensori sciistici, sono considerate ammissibili per beneficiare delle agevolazioni previste dalla convenzione con la Federazione Italiana Sport Invernali in vista di Milano-Cortina 2026.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un mutuo senza limite di importo, con una durata massima di 20 anni e un tasso fisso. Ecco le caratteristiche dettagliate:

Tasso fisso:

  • Fino a 10 anni: Irs (tasso interbancario di riferimento) con durata pari a quella del mutuo + spread massimo del 3,20%;
  • Fino a 15 anni: Irs con durata pari a quella del mutuo + spread massimo del 3,45%;
  • Fino a 20 anni: Irs con durata pari a quella del mutuo + spread massimo del 3,70%.

TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) fisso: 6,68% annuo, calcolato su un mutuo ipotecario di € 1.000.000 a 15 anni, con rate trimestrali alla francese e un tasso fisso del 6,37% annuo (composto dall’IRS a 15 anni del 15/02/2023 pari al 2,92% + uno spread del 3,45%).

Imposta sostitutiva: È prevista un’imposta sostitutiva dell’0,25% sull’importo del finanziamento, da corrispondersi al momento dell’erogazione.

SCADENZA

Attualmente non è prevista una scadenza.