OCM Vino. Misura Investimenti. Annualità 2024/2025. Finanziamento a fondo perduto in sostegno al settore vitivinicolo.

FINALITA’

Il bando offre supporto per investimenti sia materiali che immateriali destinati a impianti di trattamento, infrastrutture vinicole e attività di commercializzazione del vino. L’obiettivo è migliorare l’efficienza complessiva dell’azienda, garantendo la sua capacità di rispondere alla domanda di mercato e aumentando la sua competitività. Questo sostegno mira anche a promuovere il risparmio energetico, migliorare l’efficienza energetica complessiva e favorire pratiche di trattamento sostenibile.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono accedere ai benefici del bando i seguenti soggetti:

  • Imprenditori agricoli, sia singoli che associati.
  • Imprese di trasformazione.

Le imprese possono essere di qualsiasi dimensione e devono essere coinvolte in almeno una delle seguenti attività:

  1. Produzione di mosto d’uva ottenuto dalla trasformazione di uve fresche, che possono essere auto-prodotte, acquistate o conferite dai soci, con l’intento anche di commercializzarlo.
  2. Produzione di vino derivato dalla trasformazione di uve fresche o di mosto d’uva auto-prodotto, acquistato o conferito dai soci, con l’intento anche di commercializzarlo.
  3. Elaborazione, affinamento e/o confezionamento del vino conferito dai soci e/o acquistato, con l’intento anche di commercializzarlo. Si precisa che non sono ammesse al contributo le imprese che si dedicano esclusivamente all’attività di commercializzazione dei prodotti supportati.
  4. Produzione di vino mediante la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori, qualora la richiesta miri a realizzare un nuovo impianto di trattamento o un’infrastruttura vinicola, anche con l’intento di commercializzare il prodotto.

Si evidenzia che il bando mira a sostenere le imprese coinvolte in varie fasi della filiera vitivinicola, dalla produzione alla commercializzazione, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e l’innovazione nel settore.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono considerabili i costi relativi alla realizzazione dei seguenti interventi:

  1. Costruzione o miglioramento di beni immobili finalizzati alla produzione, trasformazione, conservazione, stoccaggio, commercializzazione e degustazione dei vini.
  2. Acquisto di impianti fissi, macchinari e attrezzature mobili nuove per la vinificazione ad alto livello tecnologico, la commercializzazione, la conservazione e lo stoccaggio dei vini a Denominazione di Origine Protetta (DOP) o Indicazione Geografica Protetta (IGP).
  3. Allestimento interno dei punti vendita diretti al consumatore finale, sia all’interno dell’azienda che al di fuori, e delle sale di degustazione, destinati esclusivamente alla commercializzazione, all’esposizione e alla degustazione dei vini regionali.
  4. Investimenti immateriali per la creazione e/o l’implementazione di siti web finalizzati all’e-commerce, comprendenti le spese per la progettazione e la realizzazione dei siti web e l’hardware e software dedicati, fino a un massimo di € 10.000,00 di investimento.
  5. Impianti per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili, esclusivamente destinati all’autoconsumo per le attività vitivinicole.
  6. Spese generali necessarie per l’implementazione degli interventi sopra elencati.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

La dotazione finanziaria per questo programma ammonta a €3.000.000,00.

Le linee guida per l’assegnazione dei finanziamenti sono le seguenti:

  • Sono ammissibili investimenti con un valore di spesa totale minimo di €8.000,00, fino a un massimo di €1.500.000,00.

Il sostegno finanziario sarà assegnato come segue:

  • Il 40% della spesa effettivamente sostenuta sarà finanziato per gli investimenti realizzati da micro, piccole o medie imprese.
  • Il 20% della spesa effettivamente sostenuta sarà finanziato per gli investimenti realizzati da imprese classificate come intermedie.
  • Il 19% della spesa effettivamente sostenuta sarà finanziato per gli investimenti realizzati da imprese classificate come grandi imprese.

Queste percentuali si applicano al totale della spesa effettivamente documentata e sostenuta per l’attuazione degli investimenti.

SCADENZA

La scadenza per la presentazione delle domande di finanziamento è il 30 aprile 2024.