PR FESR 21-27 intervento 1.2.2.2 bando contributo a enti locali per servizi pubblici digitali integrati  

Obiettivo del bando è promuovere la crescita digitale in tutto il territorio regionale,
affiancando le amministrazioni locali per incoraggiare lo sviluppo di soluzioni
innovative per le imprese e i cittadini e la raccolta e messa a sistema di contenuti e
servizi digitali per la valorizzazione dei territori, nonché per migliorare l’accessibilità
e l’efficienza dei servizi pubblici.

I Comuni marchigiani che intendono realizzare un progetto di investimento sul
territorio della Regione Marche in forza delle agevolazioni previste PR FESR 21-27,
presentano, unitamente alla domanda di aiuto, una specifica proposta progettuale
che illustri i servizi ed i contenuti digitali da realizzare.

  • le varie fasi del progetto e/o programma di investimento, ivi compresa quella
    realizzativa del risultato finale da conseguire;
  • le modalità di realizzazione, finanziarie e gestionali dell’investimento, inclusi il
    cronoprogramma procedurale e di spesa;
  • il programma di utilizzo dei risultati, che garantisca il pieno conseguimento
    degli obiettivi prefissati.
    La proposta progettuale deve essere redatta secondo lo schema indicato
    nell’Allegato 2 del Bando e il costo complessivo del progetto deve essere maggiore
    o uguale a € 45.000,00.
    MASSIMALI DI INVESTIMENTO:
    Il costo complessivo ammesso a finanziamento per la realizzazione del progetto è
    maggiore o uguale a € 45.000,00

Sono ammissibili alle agevolazioni del presente bando le seguenti tipologie di
spese:
 studi di fattibilità e analisi preliminari giuridiche, economiche, organizzative, di
processo, in quanto strettamente necessari al conseguimento degli obiettivi del
progetto, e spese tecniche di direzione lavori e collaudo;
 acquisizione, adeguamento e messa in sicurezza di componenti hardware ed
infrastrutture telematiche e servizi connessi;
 acquisizione, adeguamento e sviluppo software e servizi connessi;
 spese per servizi accessori, non necessariamente di natura informatica, in quanto
spese strettamente necessarie al raggiungimento degli obiettivi dell’intervento
finalizzate all’avvio, all’esercizio, alla personalizzazione, alla contestualizzazione,
al pieno dispiegamento, alla diffusione dell’utilizzo dei sistemi realizzati o acquisiti
fino alla conclusione del progetto.
Le agevolazioni previste dal bando saranno concesse mediate lo strumento del
“voucher” (inteso come contributo erogabile in unica tranche a saldo), attivato
tramite procedura valutativa a graduatoria.
L’entità del contributo pubblico è pari al 100% delle spese ammissibili sostenute dal
singolo beneficiario, fino ad un massimo di € 45.000,00.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 26 agosto ed entro le ore 12:00 del 24 gennaio 2024.